Bitcoin acquisisce la stablecoin di Terra: BTC in rialzo

24 Marzo 2022
Lettura in < 1 minuti
bitcoin terra token

All’apertura del mercato azionario due giorni fa, il bitcoin è salito di oltre il 3% e ha mantenuto un massimo di 43.000 dollari.

La recente acquisizione di BTC della stablecoin di Terra ha innescato un nuovo sentimento ottimistico per gli investimenti sul mercato. I partecipanti al mercato hanno iniziato a rivolgere la loro attenzione alla decisione della connessione con TerraUSD (UST) stablecoin e con BTC, e con il token Luna di Terra.

La mossa di Terra è arrivata dopo che il mercato del Bitcoin è stato scambiato in un range durante la notte, con il crypto asset poco cambiato a 40.000 dollari. La mancanza di un seguito al breakout di 50.000 dollari di venerdì ha deluso alcuni commercianti tecnici che hanno previsto il Bitcoin per sostenere il suo aumento oltre il livello psicologico.

La notizia ha fatto scatenare il mercato, con movimenti di USDT molto ampi avvicinati a Terra. Si stimano acquisizioni per oltre 72.000 mila Bitcoin, rendendo così Terra uno dei più grossi possessori di BTC.

Gli analisti, hanno mantenuto la loro visione rialzista sulla criptovaluta e hanno previsto un avanzamento a 60.000 dollari entro la fine dell’anno.

L’investimento segna un significativo cambiamento potenziale nella strategia di tesoreria aziendale di Bitcoin. Le più grandi aziende quotate in borsa che detengono bitcoin spesso lo vedono come una copertura contro l’inflazione e una riserva di valore.

Ma Terra ha un’altra ragione per unirsi alla festa delle criptovalute.

BrokerCaratteristicheDemo
BROKER DEL MENU
Licenza: CySEC ( #250/14)
Quotata Borsa Londra
79% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro.
Conto Demo
Recensione
BROKER DEL MENU
Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
67% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro!
Conto Demo
Recensione
BROKER DEL MENU
KNF, CySEC, FCA e IFSC
MetaTrader 4 e xStation 5
81% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro.
Conto Demo
Recensione
Condividi questo contenuto
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Vai alla barra degli strumenti